TAV, COMI (FI-PPE): ANALISI COSTI-BENEFICI PRIMA AI FRANCESI, NON ERA IL GOVERNO DEL “PRIMA GLI ITALIANI”?

TAV, COMI (FI-PPE): ANALISI COSTI-BENEFICI PRIMA AI FRANCESI, NON ERA IL GOVERNO DEL “PRIMA GLI ITALIANI”?

“Come è possibile che i risultati dell’analisi costi-benefici sulla TAV siano arrivati prima ai francesi e alla UE rispetto a chi in Italia deve decidere sul destino di un’opera strategica per il nostro Paese?”. Se lo chiede Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia e vicepresidente del Gruppo PPE, a proposito della notizia della consegna del dossier TAV alla Francia e alla UE da parte del ministero delle infrastrutture e dei trasporti. “Ma non erano il governo dello slogan “prima gli italiani?” – aggiunge Comi – invece scopriamo che i due vicepremier lasciano che un ministro consegni un dossier così delicato ai partner europei senza nemmeno averlo letto. È scandaloso. Io sto con l’Italia, con le italiane e gli italiani che vogliono crescere, anche grazie ad un’opera utile come la TAV”.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi