NEWSLETTER – Plenaria Strasburgo 12-15 novembre 2018

NEWSLETTER – Plenaria Strasburgo 12-15 novembre 2018

IL PPE HA SCELTO: È MANFRED WEBER IL CANDIDATO DI PUNTA PER LE EUROPEE

Il candidato sostenuto da Forza Italia Manfred Weber è stato proclamato “spitzenkandidat” (candidato di punta) del Partito Popolare Europeo per le prossime elezioni europee del 23-26 maggio. L’elezione è avvenuta all’assemblea del PPE a Helsinki, dove ha battuto il rivale Alexander Stubb (finlandese).

Personalmente, sono molto orgogliosa che il mio capogruppo Weber, con il quale ho lavorato fianco a fianco per 4 anni e mezzo come sua vice, sia riuscito ad unire il partito attorno alla sua candidatura. Da Manfred Weber ci aspettiamo il cambiamento e il rinnovamento della UE, verso un’Europa più vicina e attenta ai cittadini, più autorevole e coesa, un’Europa insomma che torni allo spirito dei fondatori per rigenerarsi e rifondarsi.

La candidatura di Weber era sostenuta da Forza Italia: è un esponente della CSU bavarese, ha una sensibilità politica e culturale molto vicina a quella di Forza Italia. È un amico del nostro paese e un convinto sostenitore della necessità di rafforzare anche in Europa una politica di centro-destra. Sono i motivi per cui insieme al nostro presidente Silvio Berlusconi e al vice presidente Antonio Tajani abbiamo deciso di sostenere la sua candidatura. Siamo sicuri che sia la scelta vincente per l’Europa che vogliamo costruire.

SÌ ALLA TAV, TUTTI A TORINO: IN PIAZZA L’ITALIA CHE CHIEDE SVILUPPO E INFRASTRUTTURE

Sabato scorso la (ex) maggioranza silenziosa di 40mila torinesi, sollecitata da un gruppo di donne coraggiose, è scesa in piazza per opporre ai No dei Cinque Stelle di governo un fragoroso Sì al progresso, allo sviluppo e alle infrastrutture strategiche.

Oggi, sabato 17 novembre, è Forza Italia a scendere in piazza a Torino per ribadire il proprio Sì alla TAV e alle infrastrutture, e per chiedere al governo di ascoltare il popolo (che non è solo quello di Di Maio & C.) e smetterla di fare melina sulle infrastrutture strategiche per lo sviluppo del nostro Paese, con l’alibi delle analisi costi-benefici.

La manifestazione di sabato, che ha saputo unire forze politiche, economiche e sociali diverse e distanti, ha dimostrato che l’Italia che “pensa positivo” è capace di mettere all’angolo chi pensa di governare un Paese puntando sul regresso, sulla decrescita felice e sull’assistenzialismo di Stato.

“La Torino-Lione – ha affermato Enrico Brivio, portavoce della Commissione Europea per i Trasporti – è un’opera importante, non solo per Francia e Italia ma per l’Europa intera. Il progetto è in corso e tutte le parti devono mantenere i propri sforzi. Ritardi nella realizzazione potrebbero portare a una riduzione dei finanziamenti Ue”. Per il commissario straordinario per la Torino-Lione, Paolo Foietta, a partire da dicembre, quando dovrebbero partire le gare d’appalto, “ci sarà un danno erariale di 75 milioni al mese di finanziamenti europei persi”. Non possiamo permettercelo.

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: TUTTI GLI APPUNTAMENTI

Il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Un momento importante di riflessione su un fenomeno che purtroppo è ancora troppo sottovalutato.

Come sapete, il mio impegno in Europa è da sempre forte su questo punto. Ho chiesto in particolare una legislazione ad hoc sul reato di stalking, che possa valere per tutti gli Stati membri. Ma anche più sostegno alla sensibilizzazione culturale e un ampliamento dell’Ordine di Protezione Europeo, per far sì che le misure restrittive contro gli stalker, come il divieto di avvicinamento, possano valere automaticamente su tutto il territorio europeo attraverso l’Ordine di Protezione Europeo.

Da qui al 25 novembre sarò presente a diversi eventi dedicati alla Giornata contro la Violenza sulle Donne e vi invito a partecipare per dare un segno concreto di attenzione a questa tematica.

Dal 17 al 25 novembre a Saronno ciclo di iniziative “La violenza non ha età”.

24 novembre a Biandronno con l’associazione GEA contro la violenza sulle donne

25 novembre a Busto Arsizio “Un muro di donne”

25 novembre a Milano flash mob e reading poetico allo Spazio Alda Merini e al “Wall of Dolls”

AVANTI TUTTA VERSO IL 5G: TELEFONARE IN EUROPA SARÀ MENO CARO

Telefonare sarà meno caro e più veloce grazie al “pacchetto telecomunicazioni” approvato dal Parlamento Europeo nella plenaria di Strasburgo. Massimo 19 centesimi per le chiamate tra i paesi europei e massimo 6 centesimi per i messaggi di testo dal 15 maggio 2019, secondo quanto stabilito dal pacchetto normativo sulle telecomunicazioni. Il cambiamento non riguarda solo l’economicità delle tariffe dei servizi per le telecomunicazioni, ma anche la velocità. Altro obiettivo delle nuove norme è quello di accelerare gli investimenti necessari per rendere disponibile nelle città europee la connettività 5G entro il 2020.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi