TRIBUNALE EUROPEO BREVETTI, LARA COMI (FI-PPE) SI SCHIERA CON ORDINE AVVOCATI: “GOVERNO S’IMPEGNI PER SEDE CENTRALE A MILANO”

TRIBUNALE EUROPEO BREVETTI, LARA COMI (FI-PPE) SI SCHIERA CON ORDINE AVVOCATI: “GOVERNO S’IMPEGNI PER SEDE CENTRALE A MILANO”

Tribunale europeo dei brevetti, il governo faccia pressing per assegnare la sede a Milano
Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia e vicepresidente del Gruppo PPE, raccoglie l’invito dell’Ordine degli Avvocati di Milano che, in una delibera firmata dal presidente Remo Danovi, ha sollecitato la classe politica italiana ad una “azione congiunta e coordinata in sede europea e multilaterale, insieme con le rappresentanze del mondo produttivo e professionale, affinché Milano, già sede di una “divisione locale” del Tribunale unificato e in possesso di tutti i requisiti logistici e delle competenze giurisdizionali, professionali e imprenditoriali, possa divenire a pieno titolo sede centrale specializzata” del Tribunale europeo dei Brevetti.
Il fatto che sia stata confermata Londra quale sede principale nonostante la Brexit, “rischia di far perdere, all’Italia e in particolare a Milano, un’altra grande opportunità dopo l’assegnazione della sede EMA ad Amsterdam – spiega Lara Comi – il governo Conte non faccia lo stesso errore del governo Gentiloni, di sottovalutare l’importanza di stringere alleanze in sede europea per acquisire vantaggi per l’Italia, e d’impegno fin da subito a coordinare questa azione congiunta per portare a Milano il Tribunale unificato dei Brevetti. Noi europarlamentari siamo pronti a fare gioco di squadra”.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi