DECRETO DIGNITÀ, LARA COMI: “DI MAIO DIA DIGNITÀ ALLE IMPRESE SBLOCCANDO I CREDITI DELLO STATO”

DECRETO DIGNITÀ, LARA COMI: “DI MAIO DIA DIGNITÀ ALLE IMPRESE SBLOCCANDO I CREDITI DELLO STATO”

“Imprese che falliscono per i ritardi dei pagamenti dello Stato, è indegno. Di Maio dia loro dignità con un decreto che sblocchi i crediti della Pubblica amministrazione”. A proporlo, nel corso della conferenza stampa di Forza Italia “No al decreto dignità” a Milano con Tajani e Gelmini, è Lara Comi, europarlamentare FI e vicepresidente del Gruppo PPE.
“Il vero “decreto dignità” che Di Maio da ministro dello sviluppo economico dovrebbe promuovere sarebbe quello di dare dignità alle imprese che prestano servizio alla pubblica amministrazione e non vengono pagate – sostiene Lara Comi – ce ne sono circa cinquemila ogni anno che falliscono a causa dei crediti che vantano presso lo Stato. Questo sì è davvero indegno, e Di Maio per avere la sensibilità di capirlo un giorno dovrà cominciare a lavorare. Perché solo timbrando il cartellino, come ha fatto la sottoscritta, e dovendo raggiungere degli obiettivi a fine mese, potrà rendersi conto cos’è davvero la dignità del lavoro”.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi