VERTICE ITALO-TEDESCO, LARA COMI (FI-PPE): «CONTE DALLA MERKEL A CHIEDERE L’“ELEMOSINA” PER IL REDDITO DI CITTADINANZA? CI FA FARE LA FIGURA DELLA SOLITA “ITALIETTA”»

VERTICE ITALO-TEDESCO, LARA COMI (FI-PPE): «CONTE DALLA MERKEL A CHIEDERE L’“ELEMOSINA” PER IL REDDITO DI CITTADINANZA? CI FA FARE LA FIGURA DELLA SOLITA “ITALIETTA”»

«Conte dalla Merkel a chiedere fondi UE per il reddito di cittadinanza? Ci fa fare la figura della solita “Italietta” che va in Europa a chiedere l’“elemosina”». Così da Bruxelles Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia e vicepresidente del Gruppo PPE, a proposito delle indiscrezioni sulle tematiche che il premier Giuseppe Conte intende portare al tavolo del vertice bilaterale con la Cancelliera tedesca Angela Merkel. «I Cinque Stelle prima votano in Europa contro la riforma del Regolamento di Dublino, che avrebbe risolto molti problemi all’Italia sul fronte dell’emergenza immigrazione, poi vanno dalla Cancelliera Merkel a fare l’“elemosina” per recuperare fondi UE per il reddito di cittadinanza – sottolinea Lara Comi – l’Italia ha bisogno di presentarsi in Europa con la credibilità e la serietà di un progetto per tornare a crescere, non con il cappello in mano. Eppure ci sembrava di aver capito che nel contratto di governo ci fossero tutte le coperture per il reddito di cittadinanza, che fine hanno fatto? Non si saranno mica volatilizzate in meno di un mese? Con questo approccio, l’“Italietta” di Conte rischia solo di non contare nulla ai tavoli europei».


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi