DAZI, LARA COMI (FI-PPE): “L’ITALIA RISCHIA GROSSO. L’EUROPA FACCIA FRONTE COMUNE PER SVENTARE PERICOLOSE ESCALATION”

DAZI, LARA COMI (FI-PPE): “L’ITALIA RISCHIA GROSSO. L’EUROPA FACCIA FRONTE COMUNE PER SVENTARE PERICOLOSE ESCALATION”

“È una pessima notizia la conferma dell’entrata un vigore, da domani, dei dazi USA su acciaio e alluminio, di cui avevo purtroppo già avuto sentore nella mia missione istituzionale a Washington”. Lo scrive Lara Comi, eurodeputata di Forza Italia e vicepresidente del Gruppo PPE al Parlamento europeo, commentando l’annuncio della mancata conferma delle esenzioni sui dazi sull’acciaio e sull’alluminio introdotti dal governo americano di Donald Trump.

“Ora l’Europa deve fare fronte comune, agendo unita e non in ordine sparso, per far recedere al più presto Trump da questo suo sbaglio, e per evitare il rischio di una guerra commerciale che per l’Italia in particolare potrebbe essere devastante – spiega Lara Comi – già la nostra industria dell’acciaio subirà contraccolpi, visto che l’Italia è il quinto Paese esportatore di acciaio verso gli Stati Uniti, ma i ventilati dazi sul settore automotive, oltre che in generale le prospettive per il Made in Italy in caso di escalation, sono fonte di grande preoccupazione. Occorrono nervi saldi, compattezza e una cabina di regia per una trattativa schietta con l’alleato americano, prima di innescare contromisure”.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi