STALKING, LARA COMI (FI-PPE): «CHIEDIAMO UNA LEGISLAZIONE EUROPEA AD HOC PER COMBATTERE UN FENOMENO ANCORA TROPPO SOTTOVALUTATO»

STALKING, LARA COMI (FI-PPE): «CHIEDIAMO UNA LEGISLAZIONE EUROPEA AD HOC PER COMBATTERE UN FENOMENO ANCORA TROPPO SOTTOVALUTATO»

«L’Europa può fare di più contro lo stalking». Lo afferma Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia, vicepresidente del Gruppo PPE (oltre che vittima di stalking), che insieme ai colleghi PPE Esteban Gonzalez Pons, Teresa Jimenez Becerril Barrio e Anna Maria Corazza Bildt (il presidente Antonio Tajani era assente ma ha assicurato il suo “personale impegno” nella battaglia) ha illustrato in conferenza stampa a Strasburgo le proposte del Gruppo sul reato di stalking e per la protezione delle vittime.
«Ad oggi, non tutti i Paesi membri hanno aderito alla Convenzione di Istanbul per il riconoscimento dello stalking come reato – spiega Lara Comi – ecco perché all’UE chiediamo di agire su tre fronti, con l’obiettivo di garantire alle donne la libertà di vivere, amare e circolare liberamente in Europa: una legislazione ad hoc sul reato di stalking, la sensibilizzazione culturale nei confronti di un fenomeno ancora troppo sottovalutato, e l’estensione automatica in tutta la UE delle misure restrittive come il divieto di avvicinamento, attraverso l’Ordine di Protezione Europeo».


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi