COMI: “GRILLO SI VERGOGNI, PAROLE OFFENSIVE CHE DIMOSTRANO SCARSO RISPETTO PER PERSONE E LIBERA INFORMAZIONE”

COMI: “GRILLO SI VERGOGNI, PAROLE OFFENSIVE CHE DIMOSTRANO SCARSO RISPETTO PER PERSONE E LIBERA INFORMAZIONE”

“Se c’è una cosa che non può essere contestata a Beppe Grillo quella è sicuramente la coerenza. La coerenza nell’offendere e minacciare i giornalisti che parlano del M5S o sono semplicemente in attesa da ore di una sua dichiarazione, così come fa ormai da anni. Si tratta di un atteggiamento pericoloso ma soprattutto volgare” così Lara Comi, eurodeputato di Forza Italia e vicepresidente del Partito Popolare Europeo, dopo l’ennesimo attacco del leader del Movimento 5 Stelle ai danni di un gruppo di giornalisti che lo attendevano all’esterno dell’albergo che lo sta ospitando a Roma. “Professionisti che svolgono il loro lavoro – continua l’eurodeputato – non possono subire le accuse di essere “pennivendoli, gossippari da mangiare per il piacere, poi, di essere vomitati” solo perché a Grillo e al suo partito non gliene va mai bene una. Dopo l’autogol della candidatura solitaria di Di Maio e il caos su quella di governatore – tanto per cambiare – in Sicilia, Beppe pensa ad accusare chi fa onestamente il proprio lavoro tentando inutilmente di distogliere lo sguardo dalle beghe e dall’arroganza sua e del suo movimento”.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi