La vittoria di Rutte in Olanda è un segnale molto importante: il senso profondo di quel voto è sì alla linea dura ma no ai populismi. In Italia questo significherebbe un grande sì al centro destra e un secco rifiuto della dialettica pentastellata. La sinistra ormai è allo sbando e non rappresenta neanche più un avversario credibile, in particolare qui da noi dove il Partito Democratico è ridotto a un cumulo di macerie.

Prima di accusare di ignoranza il presidente Tajani in merito alle valutazioni da lui espresse sulla possibile nomina di Ted Malloch quale ambasciatore Usa a Bruxelles, si dovrebbero conoscere le procedure e i dibattiti che avvengono sia a Bruxelles che a Strasburgo.

Seguimi su facebook

Seguimi su Twitter